Articolo di: mar, mar 15th, 2016

I sintomi più comuni dell’inizio di una gravidanza

Condividi
Tags

Cosa deve aspettarsi nei primi periodi di gravidanza una donna?

La gravidanza è un evento che viene definito “la dolce attesa”, probabilmente questa definizione è stata data da un uomo perché alcune donne ritengono che di dolce ci sia ben poco, se non la voglia di cioccolata che le sveglia in piena notte.

Ovviamente l’avere un bambino dentro di se che cresce è un’esperienza elettrizzante soprattutto  se quel bambino si è cercato e voluto, ma lo stravolgimento del corpo della donna non è da sottovalutare e ben lo sanno le mamme. Ma bisogna considerare che ogni donna è diversa dalle altre, ogni gravidanza è diversa dalle altre e addirittura ci possono essere estreme differenze tra una gravidanza ed un’altra che interessano la stessa donna.

Già dai primi giorni dopo la fecondazione riscontriamo l’enorme variabilità fra donna e donna.

Alcune manifestano precocemente i sintomi propri di questo evento tanto di sapere di essere incinte già prima dell’effettuazione del test di gravidanza,  altre se non fosse per l’interruzione del ciclo mestruale se ne accorgerebbero dopo parecchie settimane.

Ma quali sono i sintomi più comuni.

Chiaramente uno dei primi, come già menzionato, è l’amenorrea, ossia l’interruzione del ciclo mestruale. E’ possibile che nel primo periodo si assista a delle piccole perdite di sangue (spotting), almeno che non siano intense ed abbiano un flusso paragonabile a quello del ciclo, non ci si deve allarmare perché sono fisiologiche. Le ragioni alla base dello spotting sono sostanzialmente due, uno è l’azione di annidamento dell’embrione nell’utero, l’altro è la rottura dei capillari del collo dell’utero, maggiormente irrorati in questa fase, successiva ad un rapporto sessuale.

Queste piccole perdite a volte vengono considerate da alcune donne un ciclo anomalo e quindi ci si potrebbe rendere conto di essere incinta dopo il secondo mese.

La nausea, che spesso sopraggiunge di mattina, è caratteristica di questo periodo. Fortunatamente si riduce dopo il primo trimestre.

Stanchezza, sonnolenza, problemi intestinali, ridotte capacità di trattenere la pipì, l’umore che sembra viaggiare sulle montagne russe…aspettare un bambino è faticoso ma è senza dubbio uno dei viaggi più emozionanti che una donna possa intraprendere.

Analisi ed accertamenti periodici per la mamma,  (esami del sangue e delle urine), e per monitorare il corretto sviluppo del bambino (ecografie, villocentesi, harmony test, ecc) permetteranno alla futura mamma di vivere con tranquillità questo evento e prepararsi ad accogliere il proprio bimbo.

Per ulteriori informazioni vi invitiamo a consultare la pagina di salute-e-benessere.org dedicata ai sintomi della gravidanza.

Articolo di

-

Scrivi un commento

XHTML: Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

aa