Articolo di: mer, ott 7th, 2015

Arriva l’autunno: vestiamo i bambini con lo stile tutto made in Italy

Condividi
Tags

baby girl  chooses clothes at shopTerminata l’estate, i cambiamenti a livello climatico si fanno più repentini.

Le giornate si accorciano, le temperature si abbassano, cadono le prime piogge, soffia il venticello fresco, in breve arriva l’autunno. Con l’autunno arrivano anche i primi malanni di stagione e ad esserne colpiti sono soprattutto i bambini, a volte non vestiti in modo adeguato.

Alcuni genitori hanno la tendenza a coprirli troppo, così nelle giornate di sole, complici anche i numerosi giochi all’aperto, i bambini rischiano di accaldarsi, la pelle non traspira e i movimenti finiscono per risultare impacciati.

Un consiglio per i genitori è quello di affidarsi a vestiti Made in Italy, scegliendo marchi noti in grado di garantire abbigliamento di qualità.
L’abbigliamento deve essere comodo per i bambini e pratico per la mamma, da lavare, da stirare, da smacchiare.  Affidiamoci a marchi che propongono abiti colorati e allegri, così il piccolo sarà più invogliato ad indossarli.

La soluzione ideale per evitare che il bambino possa prendere freddo o, al contrario, che manifesti eccessivo caldo (evento che può accadere frequentemente trasferendosi da un ambiente esterno ad uno interno), consiste nel vestirlo a “strati”.

Per quanto riguarda la scelta dei materiali, valutiamo la qualità delle stoffe. Nelle giornate più fredde la soluzione ideale è rappresentata da tessuti come la ciniglia, il velluto, mentre nei giorni soleggiati, è sufficiente un abbigliamento “semi caldo”, ricorrendo al cotone, e al denim.

Il jeans è un tessuto perfetto per la stagione autunnale, l’outfit autunnale ideale per un bambino, e non solo, è indossare un jeans con una camicia e una maglietta in cotone.

Per le scarpe, nelle giornate piovose o umide, la scelta migliore è indossare scarpe impermeabili all’acqua e capaci di fornire adeguata protezione dal freddo.

Un esempio sono gli scarponcini scamosciati, oppure da un paio di anfibi, sempre scegliendone un paio che assicuri una corretta traspirazione, o le galoche per i giorni di pioggia.

In una giornata autunnale piovosa, o particolarmente fredda, le mamme possono affidarsi ai giubbotti, alle felpe o, nei casi più estremi, alle giacche e agli impermeabili, è presto, invece,  per guanti, sciarpe o cappelli di lana, il cui utilizzo deve essere riservato ai mesi invernali.
Per i neonati, quando arrivano i primi giorni di freddo, ottime si rivelano le magliettine in caldo cotone, oppure i modelli “double face”, caratterizzati dalla presenza del cotone nel lato a contatto con la pelle e della lana nella parte opposta.

Tessuti ideali per i più piccoli sono lino, seta e cotone, sicuramente da preferire alle fibre sintetiche, in quanto assorbono il sudore e non provocano allergie.

Dobbiamo comprare abiti ai nostri piccoli?

Mamme, teniamo conto dei consigli suddetti e prediligiamo capi, prodotti made in Italy.

L’ Italia, infatti, vanta una lunga tradizione nel settore tessile: l’esperienza, la scelta di stoffe di alta qualità e la lavorazione accurata permettono ai consumatori di offrire ai propri bambini dei capi alla moda, in grado di vestirli con cura e attenzione ai dettagli, alla qualità, ai coloranti. Molte sono le aziende che sono specializzate nella produzione di abiti da bambini, che producono uno stile semplice, alla moda, con un buon rapporto qualità prezzo. Così possiamo vestire con attenzione i nostri piccoli badando allo stile, alla qualità senza depauperare troppo il portafoglio familiare.

Tra le aziende italiane, citiamo Babe & Tess, che propone capi realizzati interamente in Italia, con una speciale attenzione per le materie prime e per la lavorazione dei tessuti, Caffè d’orzo è una realtà molto apprezzata, specializzata nella produzione di vestiti per le bambine dai 0 ai 12 anni, alle quali offre capi di abbigliamento che uniscono tradizione ed innovazione, Le Petit Coco mette a disposizione i suoi abiti capaci di essere, allo stesso momento, raffinati e comodi.

Douuod, invece, si distingue per la sua produzione di capi di abbigliamento per mamme e bambini, a partire dai neonati.

Il Guardarobino è un negozio che, per l’arrivo dell’autunno, propone felpe, jeans, leggins e magliette tutte pensate per i più piccoli, in un design che ci lascia senza fiato.

Nicoletta Fanna è un’azienda di Treviso che permette di acquistare abbigliamento per neonati, bambini e bambine, tutti di alta qualità, ma anche accessori e corredi.

Les Princes è un altro marchio italiano che dedica le sue produzioni ai bambini da 0 a 12 anni, con una collezione di maglieria appositamente realizzata per i neonati, negli ultimi anni ha deciso di proporre due linee distinte, per accontentare i desideri di ogni mamma.

Il Trenino rappresenta un’altra azienda nata per vestire i bambini fino ai 14 anni di età, tra le sue caratteristiche principali possono essere ricordate l’attenzione per ogni piccolo dettaglio, l’estrema cura in fase di realizzazione (con lavorazioni eseguite a mano) e l’ottimo livello del confezionamento.

Solo alcuni esempi di aziende italiane che si impegnano, e che da mamme ci sentiamo di premiare nel momento in cui scegliamo capi di abbigliamento per i nostri piccoli.

Articolo di

Scrivi un commento

XHTML: Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

aa