Articolo di: mar, lug 10th, 2012

Street Food: la nuova moda che fa tendenza

street food nuovo tendenza gastronomicaStreet Food: decisamente in

Probabilmente ad ognuno di noi sarà capitato almeno una volta di vedere un telefilm o un film nel quale I protagonisti giravano per le strade di una grande città sgranocchiando cibo e con l’immancabile tazzone di caffè al seguito.
Questa moda, meglio nota come Street Food, era sino ad oggi diffusa soprattutto nelle grandi metropoli straniere, mentre in Italia, dove vige una grande tradizione gastronomica fatta di ricette di cucina dalla storia centenaria, lo streed food era stato, almeno sino ad oggi, considerato sinonimo di cibo cattivo, di cibo spazzatura, alla stregua dei pasti da fast food e dello junk food.
Ebbene sembra che qualcosa stia cambiando nel nostro paese e che lo street food stia andando incontro ad una vera e propria riconsiderazione.
Il merito di questa trasformazione è dei grandi chef nostrani che, intuendo il potenziale di questa nuova tendenza, hanno deciso di impadronirsene, apportandovi delle modifiche qualitative che però non sconvolgessero il senso, la filosofia del “cibo da strada”.
E’ innegabile che lo street Food oggi faccia tendenza e che quindi anche gli addetti al settore ci stiano puntando; così da nord a sud sono nati una serie di ristoranti di “lusso” dedicati proprio a questo filone.
Un esempio della conversione di un grande chef allo street food è Mauro Uliassi che ina una recente intervista ha dichiarato:
Lo street food viola apparentemente molte delle regole di casa. Il consumo è, al tempo stesso, un fatto privato e un evento pubblico, perché avviene in strada oppure in locali aperti agli sguardi di tutti. Si è da soli e insieme ad altri nello stesso tempo e tutto ciò crea un’atmosfera di complicità tra avventori, per cui sovente si scambiano due parole, una battuta, perché la situazione induce ad un senso di confidenza non comune”.
Uliassi ha dato vita ad un’esperienza alquanto suggestiva: girare a bordo di un camioncino sfornando gli ormai famosi trapizzi, ovvero metà pizza e metà tramezzini.
Ma il suo non è il solo esempio di un grande chef che si dedica allo street food; tra gli altri nomi possiamo ricordare Davide Scabin o Pasquale Torrente che hanno creato una variante dello street food come anti-fast food.
Insomma anche il modo di mangiare, di come mangiare si evolve e tutti stanno al passo con le tendenze.

Articolo di

-

Scrivi un commento

XHTML: Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

aa