Articolo di: mer, apr 20th, 2011

Wall Stickers per decorare le pareti di casa


Pareti tristi?Ridate loro un tocco di colore con i wall stickers

Spesso si avverte l’esigenza di ringiovanire la propria casa o di darle un tocco di originalità sia per il desiderio di cambiare sia per la voglia di circondarsi di ambienti caldi ed accoglienti.
Già ma come rendere speciale la propria casa e darle quel tocco in più che ancora le manca?
La risposta sta in una nuova moda che, giunta dagli USA e dall’Inghilterra, si sta rapidamente diffondendo nel nostro paese, conquistando i gusti non solo dei consumatori ma anche dei design più esigenti.
Stiamo parlando dei wall stickers, ovvero decorazioni adesive, di qualsiasi genere, colore e tipologia, pensati per portare una ventata di novità con il minimo della fatica possibile.

Wall stickers per tutti gli ambienti

La caratteristica principale dei wall stickers è la loro grande versatilità, ovvero la capacità, grazie a forme, colori e fantasie diverse di adattarsi a qualsiasi tipo di ambiente, arredo e colori. Fiori, animali, ricami di tipo barocco, scritte ed oggetti di qualsiasi genere, questi sono i wall stickers studiati appositamente per valorizzare i punti forti dei vostri ambienti, minimizzando allo stesso tempo le imperfezioni e i piccoli difetti. Un’idea originale e creativa che, non a caso, ha dato vita ad una vera e propria moda, quella dello stickers decor, che vede le pareti di casa arricchirsi di wall stickers in vinile.
La differenza principale tra i wall stickers e i vecchi stencil sta nel fatto che questi adesivi decorativi presentano una maggiore versatilità, sono più dinamici ed adattabili alle pareti e non richiedono per l’applicazione l’uso di vernici, risultando, inoltre, molto più facili da staccare quando si viene presi dalla voglia di cambiare nuovamente abito alle proprie pareti.

Wall stickers: una moda contagiosa

La mania dei wall stickers ha, come detto, contagiato tutti, catturando anche l’attenzione di famosi designers che si sono dedicati alla loro creazione, proponendo soluzioni sempre diverse. Tra le linee più fornite c’è sicuramente quella di Domestic, che ha realizzato una vastissima selezione la quale spazia dal genere pop a quello più elegante, dai wall stickers appositamente realizzati per la cucina a quelli studiati appositamente per il salotto. Molto simpatici ed eleganti sono poi i wall stickers proposti da Kalideco, mentre la palma dei più romantici la guadagnano Atelier LZC e Fleur De Kookyse.
Il successo dei wall stickers è stato determinato anche dalla loro semplicità di utilizzo; sono semplici da applicare e da rimuovere, sono utilizzabili sia su pareti che sugli arredi e in un lampo permettono di cambiare look alla vostra casa. Per quanto concerne le fantasie, i temi wall stickers preferiti sono i fiori, le decorazioni stile barocco, ma vanno alla grande anche le frasi e le immagini grafiche che si arrampicano sulle pareti fondendosi con la stanza e con i mobili circostanti. Per quanto concerne i colori, i wall stickers sono disponibili sia in versione opaca che riflettenti ma anche nelle varianti pailette o su supporti plexiglass.
Insomma un grande successo per questi spiritosi adesivi che in poche mosse trasformeranno la vostra casa in un ambiente unico e assolutamente personale!
Cosa aspettate?Correte ad acquistare i wall stickers!

Articolo di

-

Ci sono 1 commento
Dici la tua...
  1. Roberta scrive:

    non so perchè ma gli stickers non mi hanno mai convinta, magari vanno bene per una casa giovane, di transizione… non saprei! Una valida alternativa, in alcuni angoli di casa, come la cucina, potrebbero essere delle belle piastrelle colorate, originali. Io ho fatto la prova qualche tempo fa (proprio in cucina) e mi sono fatta personalizzare delle piastrelle da Ceramica & Complementi (azienda fiorentina) con un disegno scelto da me. Il risultato è favoloso, ha cambiato il volto della stanza. Adesso sto pensandao di fare la stessa cosa in bagno!

Scrivi un commento

XHTML: Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

aa