Articolo di: gio, apr 14th, 2011

Consigli per ridipingere la casa


Pitturare le pareti: suggerimenti utili

Con l’arrivo della primavera e del primo sole uno dei desideri che si avverte subito è quello di liberarsi dal freddo e dal grigiore dell’inverno, riscoprendo la vivacità dei colori. Voglia di rinnovarsi e di rinnnovare, partendo innanzitutto dalla propria casa. Così, quale occasione migliore, per ridipingere le pareti di casa, dando un tocco di colore e di personalità agli ambienti?
Ma pitturare le pareti di casa non potrebbe essere così facile come pensate, visto che non bastano pennelli e colori ma bisogna armarsi di tanta pazienza e precisione.

Le regole per pitturare le pareti di casa

La prima cosa da fare se siente in procinto di pitturare le pareti di casa è chiaramente quella di scegliere il colore. Nella scelta non bisogna dabare solo al proprio gusto, ma anche cercare di privileggiare delle tinte che diano risalto agli amnienti e agli arredi del vostro appartamento. Così, ad esempio, se volete far sembrare più ampie le stanze per pitturare le pareti dovrete prediliggere tinte tenui e delicate, evitando di optare per tinte troppo accese e forti che con il tempo potrebbero stancarvi. Chiaramente non siete obbligati a pitturare le pareti di casa tutte dello stesso colore, ma potete dipingere ogni stanza con una tinta diversa in modo da diversificare ancora di più gli ambienti del vostro appartamento, facendo anche attenzione al significato e ai benefici dei colori. Così il blu, che richiama l’acqua, sarà particolarmente indicato per i bagni, il lilla e il verde, i colori del relax, per le camere da letto, mentre il giallo e le diverse tinte dell’arancio saranno particolarmente adatte per la cucina. Da non dimenticare che, a prescindere dal colore scelto per pitturare le pareti, il soffitto deve essere rigorosamente bianco, e questo per far sembrare più alta la stanza.

Pitturare le pareti: fase 2

Scelto il colore o i colori con i quali pitturare le pareti di casa, potete passare alla seconda fase, ovvero acquistare la pittura. Anche in questo caso bisogna fare attenzione, comprando il prodotto adatto per evitare errori; il consiglio è quindi quello di prediliggere le tinte già preparate o in alternativa di preparare da sè i colori, ricordando però che se non si è esperti sarà difficile ottenere il colore desiderato.
Per quanto concerne il tipo di pittura, in commercio ne esistono di diversi tipi, sebbene quella consigliata per pitturare le pareti interne è certamente l’idropittura, ovvero una tintura a base di acqua atossica e lavabile. In alternativa si può scegliere anche una pittura isolante, più cara rispetto alla prima, ma che permette di isolare la casa da rumori e freddo. Per pitturare le preti avrete anche bisogno di rulli con bastone allungabile, pennelli di diverse dimensioni per rifinire i dettagli, giornali e nylon per coprire i pavimenti ed i mobili, carta adesiva per proteggere gli interruttori e zoccolino, dei secchi per la vernice e delle griglie per strizzare i rulli. Terminato il lavoro, ricordate di far asciugare il colore per almeno 12 ore e di arieggiare bene i locali. Se volete dare un tocco ulteriore di personalizzazione potete decorare le pareti con la tecnica dello stencil, facendo attenzione però altrimenti avrete mandato all’aria tutto il lavoro fatto per pitturare le pareti!

Articolo di

-

Ci sono 2 commenti
Dici la tua...
  1. Ele scrive:

    Grazie dell’articolo!…lo trovo molto utile.

Scrivi un commento

XHTML: Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

aa