Articolo di: gio, mar 7th, 2013

Vene Varicose: I Rimedi Per Combatterle

Condividi
Tags

Risponde lo specialista di Medicina Moderna

Diversi i fattori che determinano l’insorgenza di questa patologia

Diversi i fattori che determinano l’insorgenza di questa patologia: ereditarietà, obesità e sovrappeso, stile di vita sedentario, tacchi a spillo, ma anche disfunzioni ormonali e numero di gravidanze
La malattia varicosa rappresenta una delle patologie più diffuse tra la popolazione italiana, causando importanti inestetismi e, con l’avanzare dell’età, anche complicazioni locali e generali gravi.
Le vene varicose sono un disturbo che affligge un grande numero di persone, ma cosa sono esattamente? Le vene varicose degli arti inferiori sono vene che hanno perso il loro normale tono, e che si presentano perciò permanentemente dilatate. Si manifestano con maggiore frequenza nelle due vene safene: la grande safena che corre lungo la faccia interna della gamba e della coscia, e la piccola che sale lungo il polpaccio fino al cavo del ginocchio. Le vene varicose sono causate dal cattivo funzionamento di particolari ”valvole” situate all’interno delle vene degli arti inferiori che servono per facilitare il ritorno del sangue al cuore e ad evitare il reflusso. Il cattivo funzionamento di queste valvole è alla base della malattia varicosa: l’incontinenza valvolare provoca il ristagno del sangue che a lungo andare sfianca le pareti delle vene. La formazione delle varici è legata a fattori familiari e costituzionali ed è più frequente, per cause ormonali e per le gravidanze, nel sesso femminile. I sintomi sono di solito il senso di peso, di tensione e talora il dolore locale. Le complicanze possono essere la flebite, l’infezione cutanea, l’ulcera da stasi per arrivare fino all’embolia polmonare.
Quali sono i rimedi disponibili attualmente per affrontare questo problema? A tutt’oggi la gran parte delle varici viene trattata chirurgicamente. Anche in questo campo però si stanno facendo strada tecnche mini-invasive che utilizzano l’energia termica prodotta dal laser o dalla radiofrequenza. Quest’ultima procedura, chiamata “Closure technique”, è quella da me preferita presentando dei vantaggi rispetto al laser. Consiste nell’inserimento all’interno della vena safena ammalata di un catetere con una piccola incisione cutanea o meglio ancora attraverso il foro di un ago: attraverso il catetere viene esattamente posizionato sotto guida ecogra- fica e, retraendolo a segmenti segnati da markers, dalla sua parte terminale vengono liberate delle radiofrequenze che determinano la completa chiusura della vena. Questa procedura endoluminale, a differenza di quella chirurgica classica (stripping), viene eseguita in anestesia locale e ambulatorialmente, permettendo così al paziente di ritornare nel proprio ambiente familiare poco dopo l’intervento, di riprendere in giornata l’attività fisica e dopo pochi giorni anche il lavoro. Essa inoltre, evitando le cicatrici, offre notevoli vantaggi estetici e le complicazioni quali ematomi ed infezioni, sono estremamente rare. Questa tecnica ha delle precise indicazioni che possono essere vagliate solo da un esperto chirurgo vascolare dopo un’accurata visita ed un esame EcoColorDoppler eseguito preferibilmente dallo stesso chirurgo che dovrà poi effettuare l’intervento e seguire a distanza il paziente. Nella mia esperienza circa il 60-70% delle varici della safena possono essere trattate con questa metodica innovativa.
In cosa consiste invece la terapia sclerosante? La scleroterapia consiste nell’iniettare con un ago sottilissimo una soluzione irritante nella vena dilatata, che così si chiude completamente evitando incisioni chirurgiche. In sintesi la scleroterapia è indicata sia come completamento dello stripping e della “closure technique” sia per le varici che non dipendono direttamente dalle safene. E’ importante ricordare che è meglio intervenire ad uno stadio precoce dei disturbi, già intorno ai 20/30 anni.

Dott. Ivan Michelet, libero professionista presso il Centro di Medicina di Vittorio Veneto, Conegliano e Pieve di Soligo, con attività chirurgica nella sede di Treviso.

Articolo tratto da Medicina Moderna n. 4

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MEDICINA MODERNA

http://www.medicinamoderna.tv/vene-varicose-i-rimedi-combatterle

Articolo di

Scrivi un commento

XHTML: Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

aa