Articolo di: mar, dic 17th, 2013

Scegliere i prodotti per l’igiene orale

Condividi
Tags

sbiancare-i-denti-per-un-sorriso-brillanteAvere una bocca sana, un alito fresco e dei denti e delle gengive robuste, sono certamente indicativi della cura di una persona; cura che riguarda non solo lo stesso individuo, che in questo modo riesce a prevenire una serie di problemi (ed il doloroso – economicamente parlando – ricorso al dentista); ma anche nei confronti delle persone che vivono con lui a stretto contatto. Quante volte, infatti, ci troviamo disgustati nei confronti di chi ci parla e magari ha problemi di alito cattivo, o semplicemente a denti macchiati e ingialliti o peggio ancora, rovinati?

Vediamo dunque qualche consiglio per mantenere nel tempo denti sani e gengive non infiammate.

Quando lavarsi i denti?

Si consiglia innanzitutto di aspettare mezz’ora dal pasto prima di lavarsi i denti, perché altrimenti si rischia di spazzolare via lo smalto prima che si indurisca nuovamente. É inoltre indicata come “buona abitudine” lavarsi i denti prima dei pasti e poi rinfrescarseli dopo, con un colluttorio senza alcol.

Quale dentifricio usare?

Attualmente orientarsi nel reparto (anche di un piccolo supermercato) dedicato agli spazzolini è veramente cosa ardua. Una stessa azienda può arrivare a produrre decine di prodotti per le diverse caratteristiche dei denti. É importante utilizzare un dentifricio adatto alla sensibilità delle gengive, o dello smalto, generalmente è meglio seguire le prescrizioni del dentista.

Quando cambiare lo spazzolino?

Chiaramente, bisogna cambiare lo spazzolino quando ci accorgiamo che le setole iniziano a perdere la loro classica fisionomia, ovvero quando iniziano a perdere la loro conformazione originale. Comunque, in generale è opportuno cambiare spazzolino almeno una volta ogni tre mesi.

Quali altri prodotti sfruttare?

Per rendere più efficacie l’utilizzo di spazzolino e dentifricio, è opportuno, dopo essersi presi cura dei denti nella maniera più classica, fare ricorso ad altri strumenti importanti. Innanzitutto, può essere utile il filo interdentale, per andare a togliere i residui di cibo ed i batteri nei posti meno raggiungibili. Per concludere, risciacquare la bocca con un buon collutorio.

Articolo di

Scrivi un commento

XHTML: Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

aa