Articolo di: mar, set 24th, 2013

HELP: Mal di Gola!

Condividi
Tags

come curare il mal di golaQuando il clima diventa rigido e le temperature scendono significativamente purtroppo si cominciano a fare sentire i primi disturbi di stagione e i malanni non tardano ad arrivare. Una delle forme più diffuse è il cosiddetto mal di gola. A volte siamo tentati a sorvolare o ad ignorarlo ma sfortunatamente in molti casi si acutizza e si trasforma in qualcosa di più grave e doloroso.

Dal semplice pizzicare della gola si può sfociare in laringite o in tracheite o ancora in faringite. Ognuna di esse ha una forma e quando si infiammano manifestano dei sintomi diversi che vanno curati o con interventi omeopatici o con l’antibiotico.

Come si fa a riconoscerle e differenziarle?

Quando si parla di laringite si riferisce ad un’infezione della laringe causata da un virus, solitamente il fastidio si manifesta con una forma di raucedine, un dolore a livello della laringe stessa e da un tosse canina.

La Faringite allo steso modo è un’infiammazione che colpisce solo la faringe e la si riconosce perché quando si ingoia la saliva o dell’acqua o del cibo si avverte del dolore sul lato della gola e in più ci sono anche manifestazioni febbrili.

Infine la tracheite è data sempre da un’infiammazione, che in questo caso attacca la mucosa che riveste la trachea ed anche in questo caso è generata o da un virus o da un batterio. Questa forse è una delle forme di mal di gola più grave e più fastidioso perché fa accusare un senso di pesantezza e di bruciore sul petto e sulle schiena tra le spalle, per non parlare della tosse e dell’eventuale febbre che può aumentare.

Solitamente quando si manifestano i primi sintomi è bene evitare di assumere bevande o troppo calde o troppo fredde ma di mantenere la parte ad una temperatura costante. Cercate invece di coprirvi bene quando uscite ed indossate anche al chiuso indumenti a collo alto. Per quanto riguarda la medicina se non vi è un’infezione da Streptococco allora è possibile intraprendere la strada dell’omeopatia, fatevi consigliare o dal farmacista o dal medico di fiducia, ma se invece questo batterio è presente non indugiate d iniziare la terapia antibiotica, è l’unica soluzione efficace.

Articolo di

Scrivi un commento

XHTML: Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

aa